COME AVVIARE UN BLOG | GUIDA ILLUSTRATA

Come iniziare un blog

Come avviare un blog è in realtà solo metà della domanda. Una domanda migliore sarebbe come avviare un blog e come ottenerlo per renderlo redditizio. Quando ho iniziato il viaggio nel blog, ho letto tonnellate di articoli e blog sull'avvio di un blog.

Ho trovato molte guide sull'acquisto di un nome di dominio, l'installazione di WordPress, la configurazione e l'inizio della scrittura, cosa non ho trovato cosa fare una volta che hai effettivamente impostato WordPress. Cosa devo fare per ottenere traffico e guadagnarmi da vivere? Quindi non devi soffrire nel tentativo, che è successo a me quando ho iniziato.

Pertanto, elencherò cosa devi fare per creare il tuo blog e cosa devi fare da lì per eseguirlo e farlo avere successo.

Ecco come puoi navigare in questa pagina:

  • PARTE PRIMA: CONFIGURA IL TUO BLOG
  • PARTE SECONDA: SCRITTURA SEO - COME SCRIVERE PER OTTENERE TRAFFICO E METODI DI TRAFFICO
  • PARTE TERZA: MONETIZZAZIONE

È molta lettura. Allora, come avviare un blog?

PRIMA PARTE: COME INIZIARE UN BLOG E CONFIGURALO

Se segui esattamente questa guida, il tuo blog verrà configurato abbastanza velocemente.

  1. Scegli un'ottima piattaforma per blog.
  2. Scegli un host web per il tuo blog.
  3. Chiarisci l'argomento del tuo blog
  4. Apri un blog sul tuo dominio.
  5. Pubblica le tue pagine principali
  6. Scrivi il tuo primo post.
  7. Personalizza il design del tuo blog
  8. Plugin Must
  9. Ottieni traffico e guadagna

1. COME SCEGLIERE UNA GRANDE PIATTAFORMA BLOG?

Con quale piattaforma si dovrebbe imparare ad avviare un blog? Scegliere dove creare un blog è praticamente la prima cosa che devi fare. Puoi scegliere tra costruttori di siti web o self-host il tuo blog.

Provo a indovinare e presumo che tu abbia sentito parlare di WordPress. Onestamente, se vuoi creare un blog di successo, devi andare con WordPress. UN costruttore di siti web può essere adatto per altri scopi, ma non per lo scopo e le tecniche che elencheremo di seguito.

Inizialmente, non volevo fare uno sforzo per imparare a usare WordPress. Può essere un po 'impegnativo per le persone che non ne sanno nulla. Ma dopo aver speso tempo e denaro, sono dovuto tornare indietro e ricominciare da capo con WordPress.

Perché fare lo stesso errore?

WordPress è un software di blog e un framework per lo sviluppo web.

È di gran lunga una delle più grandi piattaforme di blog a livello globale, con innumerevoli plug-in e componenti aggiuntivi e modi quasi infiniti per progettare e impaginare il tuo blog.

In termini informatici, a plug-in (o plug-in, componente aggiuntivo o estensione) è un componente software che aggiunge una funzionalità specifica a un programma per computer esistente. … In altre parole, i plug-in consentono di eseguire funzioni aggiuntive oltre alle funzioni predefinite per cui è progettato il particolare software o sito web.

Più di 82 milioni di utenti attivi di WordPress dovrebbero dirti e avrebbero dovuto dirmi che questa è l'opzione migliore.

Esistono alternative gratuite, ma ancora una volta quelle non sono adatte per creare il modello di business che stiamo perseguendo:

  • Blogger - Sicuramente la prossima cosa migliore di WordPress.
  • Tumblr - Metà social network, metà blog. Interessante e molto semplice da usare.

Ecco i miei motivi per cui dovresti ancora vai con WordPress:

  1. Configurazione facile ed è gratuito se desideri utilizzare l'alternativa gratuita, ma se vuoi blog professionalmente, non consiglio questa soluzione.
  2. Tonnellate di temi e layout gratuiti, puoi personalizzare WordPress come desideri e integrare la piattaforma con molti software e plugin. Hai soluzioni illimitate.
  3. C'è un enorme forum di supporto nel caso in cui rimani bloccato e tutorial sul Web.
  4. Il tuo blog sarà incredibilmente veloce e potrai ottimizzarlo.
  5. Le persone possono interagire con te rapidamente. I tuoi contenuti possono essere condivisi, commentati e così via.

SELF HOSTING O UN ALTERNATIVO GRATUITO?

È la decisione più significativa che dovrai prendere prima di procedere. Sarebbe meglio se decidessi se pagare per il tuo blog o prenderne uno gratuito.

WordPress, Tumblr e Blogger offrono tutti blog gratuiti per chiunque. Le versioni gratuite sono perfette per coloro che non sono molto seri con il blogging o vogliono provarlo e acquisire esperienza prima di diventare professionista.

Ma ci sono punti negativi nell'iniziare con una piattaforma di blog gratuita. Eccone alcuni:

1) Non sarai in grado di ottenere il tuo nome di dominio PROPRIO

L'indirizzo web del tuo blog (il tuo URL) sarà brutto; è facile vedere dal punto di vista del visitatore che il blog non è professionale. In breve, crea un blog gratuito con qualsiasi altro servizio di blog gratuito sopra e avrà questo aspetto:

  • yourblog.wordpress.com
  • yourblog.blogspot.com
  • yourblog.tumblr.com

Non è il massimo se stai creando un marchio.

2) Limiti

Ci sono alcuni limiti ai blog gratuiti. Non puoi monetizzarlo completamente e non puoi caricare tutti quei video e immagini che vuoi mostrare a tutti. Non avrai nemmeno accesso ai temi gratuiti offerti da WordPress.

3) NON PROPRIETARE il tuo blog

Non possiedi il tuo blog. È ospitato sulla proprietà web di qualcun altro e può essere eliminato senza alcun consiglio. Lo hanno fatto in passato. Significa che tutto il tuo duro lavoro sul tuo blog, tutte quelle innumerevoli ore di scrittura di post sul blog potrebbero essere svanite in pochi secondi.

D'altra parte, con a self-hosted blog sul tuo nome di dominio - sei il VERO proprietario del tuo blog. Potrai nominare il tuo blog come preferisci, ad esempio "TuoNome.com" o "TuoAwesomeBlog.com.

Puoi terminarlo con .com, .co.Uk, .net, .org o praticamente qualsiasi altro suffisso web. Aggiungi a quella larghezza di banda illimitata per video, immagini e contenuti oltre ai temi gratuiti e hai una combinazione vincente.

Fondamentalmente, abbiamo deciso di iniziare con un WordPress self-hosted. O almeno spero di averti convinto.

2. SCEGLI UN HOST WEB PER IL TUO BLOG?

Quanto costa l'hosting e un nome di dominio? Di solito va da circa $ 5 a $ 10 al mese, a seconda del provider di hosting, che è meno di un paio di caffè.

Puoi trovare piani per meno a partire da $ 1 o meno.

Ti do le migliori piattaforme usate, quindi non devi impazzire, capirlo. Tuttavia, inserisco anche un collegamento a oltre 20 alternative se vuoi controllare e arrivare alle tue conclusioni.

  1. MENÙ SCELTA DEI BLOGGER: Bluehost
  2. VELOCE ED ECONOMICO: HOSTINGER (INIZIA DA BASSO A $ 0.99)
  3. MARCHIO GIGANTE CON UN OTTIMO SERVIZIO CLIENTI: VAI PAPÀ

Se desideri più alternative: Trova un piano di Web Hosting adatto alle tue esigenze.

Personalmente sto usando una Managed Word Press di Vai papà.

Perché gestito? In questo modo, non devo fare alcun lavoro tecnico o aggiornamento ed è molto adatto ai principianti. Mi piace Godaddy per il loro servizio clienti. Se mi imbatto in qualche bug, posso chattare o chiamare e loro aiutano sempre. Inoltre, è facile da usare.

Il loro servizio di web hosting viene fornito con un dominio gratuito. Ora che hai selezionato un piano di hosting prima di arrivare alla cassa, devi scegliere un nome di dominio. Sarebbe meglio se avessi un'idea della tua nicchia o dell'argomento del sito web.



3. CHIARISCI IL TUO ARGOMENTO BLOG

Di cosa iniziare un blog? Forse se stai cercando di avviare un blog, hai già un'idea abbastanza buona della tua nicchia. Tuttavia, se stai pensando di avviare un blog ma non sei sicuro di cosa scrivere, dobbiamo chiarirlo, in modo da poter scegliere un nome di dominio adatto alla nicchia.

Tuttavia, se vuoi iniziare e definire un argomento migliore in un secondo momento, puoi selezionare un nome di dominio che non limiti la tua scrittura futura. Per esempio:

Yourname.com. Se assegni un nome a un dominio, potresti lasciare aperte molte porte. Potrebbero esserci altri nomi di dominio creativi che puoi utilizzare che lasciano possibilità aperte, ad esempio:

  • myideas.com
  • mycorner.com
  • mynamesolitions.com

Hai avuto l'idea? Puoi avere un nome di dominio generale in modo da non rimanere bloccato con una nicchia. Tuttavia, se vuoi solo scrivere di una nicchia e creare un sito web di nicchia, potrebbe essere più facile scegliere un nome di dominio.

Se fai parte di un'azienda, società o organizzazione, il tuo blog dovrebbe essere correlato ai prodotti o servizi che fornisci o alla causa che promuovi.

Potrebbe esserci un altro modo per scegliere una nicchia. Puoi guardarlo dal punto di vista della monetizzazione e cercare su Google ciò a cui le persone sono interessate e avviare un blog basato sul traffico e sulle strategie di monetizzazione.

Ecco alcune idee per cercare una nicchia prima di ottenere hosting e nome di dominio:

Non appena creo altri articoli sulla ricerca e la scelta di una nicchia, li aggiungerò a questo elenco.

4. INIZIA UN BLOG

Finora abbiamo visto e deciso una piattaforma, un host web, un nome di dominio e una nicchia. Lascia che ti mostri come accedere a una piattaforma di hosting e la scelta di un nome di dominio sembra.

Puoi scegliere una piattaforma di web hosting in base alle esigenze che hai, molto probabilmente, però. Se stai iniziando ora, hai bisogno di assistenza, cura del cliente e tralascia gli aspetti tecnici.

Se non ti interessa l'assistenza e non vuoi andare a cercare, usa Bluehost, uno degli host web più utilizzati dai blogger. Se vuoi iniziare e andare subito a scrivere ed essere assistito, seleziona un hosting WordPress gestito da GoDaddy, è già fatto su misura per un sito WordPress. Nessuna necessità di backup o tecnicismi; iniziamo a scrivere.

Dominio: Il dominio è fondamentalmente l'URL del tuo sito web, esempi: google.com (Google.com è il dominio), Facebook.com (Facebook.com è il dominio). Vedere? Semplice!

hosting: L'hosting è fondamentalmente la società che mette il tuo sito Web su Internet in modo che tutti gli altri possano vederlo. Tutto sarà salvato lì. Pensalo come un disco rigido del computer su Internet in cui verrà salvato il tuo blog

Lascia che ti mostri la procedura per scegliere un nome di dominio e accedere alla tua area WordPress.

COME AVVIARE UN BLOG CON GODADDY (È SIMILE CON ALTRE PIATTAFORME DI HOSTING WEB)

Per questo esempio, sceglierò Vai papà, tieni presente che se selezioni un host diverso, il processo è ancora simile. Ma per ora, useremo GoDaddy per mostrarti come avviare un blog.

Se si seleziona Vai papà da questo pagina, hai fino a % Di sconto 89 e inizia per $ 1 per i primi mesi !!!!! Vai WordPress gestito da GoDaddy ospitando:

GODADDY HOSTING WEB

Una volta arrivati ​​a questa pagina, scorrere verso il basso e selezionare un piano:

GoDaddy seleziona un piano

Puoi iniziare con il piano da $ 1; puoi avere fino a 25 visitatori, il che è più che sufficiente per iniziare. Quando il traffico aumenta, puoi aggiornare in seguito.

Seleziona "Aggiungi al carrello"

aggiungi al carrello Godaddy- come avviare un blog

Qui è dove puoi scegliere il tuo nome di dominio. Ne sceglierò uno a caso per questo esempio.

Godaddy seleziona un nome di dominio - come avviare un blog

Il dominio che desidero è disponibile; GoDaddy suggerirà di seguito altre varianti, il che è eccellente in quanto puoi scrivere qualcosa sulla barra di ricerca e ottenere suggerimenti se non sei troppo sicuro.

Ora fai clic su Seleziona

Godaddy web hosting come avviare un blog

Ora fai clic su Continua al carrello e otterrai la seguente schermata:

Puoi scegliere quanti mesi vuoi pagare. Come puoi vedere, con $ 12 posso coprire fino a un anno con questo codice promozionale.

Ottieni anche un anno di hosting di posta elettronica con il tuo nome di dominio. Se vuoi, puoi aggiungere protezione. Il nome di dominio in questo caso non è gratuito perché ho selezionato un nome di dominio un po 'più avanzato, che non si qualificava per un anno gratuito. Ma nel tuo caso, se scegli un .com, puoi avere un nome di dominio gratuito per un anno.

Pertanto, con $ 12, puoi avere un anno di hosting coperto con un WordPress gestito (di solito, questi piani con altre piattaforme di hosting sono costosi).

Ora paga e vai in GoDaddy Dashboard ed entra nella tua dashboard di WordPress da qui. Puoi iniziare a creare il tuo sito. Sembra così dentro, ma senza dati e un cruscotto pulito.

Dashboard di GODaddy WordPress come avviare un blog

Andiamo ora al passaggio successivo per vedere effettivamente come avviare un blog creando pagine e post del blog.

Vuoi vedere un video tutorial su come acquistare nomi di dominio e hosting su Vai papà? Ecco alcuni video tutorial:

5. PUBBLICA LE TUE PAGINE PRINCIPALI

Bene, ora che sei pronto, le tue impostazioni sono configurate correttamente e hai una buona idea di ciò di cui farai un blog, mettiamo le tue informazioni sul tuo sito pubblicando alcuni contenuti.

Quando stai imparando come avviare un blog, vuoi conoscere i termini di base, inizialmente ero perplesso e ho passato molto tempo a capirlo.

Innanzitutto, una rapida spiegazione della terminologia.

Il tuo sito WordPress è composto da post e pagine. Ogni volta che scrivi le tue parole sul tuo sito Web, le scriverai su un post o una pagina.

Ecco la differenza:

  • Messaggi sono ciò a cui comunemente pensiamo quando pensiamo a un blog. Questi sono singoli articoli su argomenti specifici. Quando parliamo di aggiungere nuovi contenuti ai nostri blog, di solito ci riferiamo alla pubblicazione di un nuovo settimana. E quando scorriamo un blog, in genere stiamo scorrendo il messaggi.
  • D'altro canto, pagine contenere informazioni più permanenti o immutabili, come una pagina di contatto o una pagina di informazioni. Le pagine non vengono visualizzate automaticamente nella parte del blog del sito accanto ai post. Sono invece accessibili tramite collegamenti diretti nella barra di navigazione, nella barra laterale o nel piè di pagina. Alcune pagine sono standard su tutti i blog, come una pagina Contatti e una pagina Informazioni, ma alcuni blogger includono altre pagine come Strumenti, pagina Uso o una pagina di registrazione per una newsletter via email.

Per creare un nuovo post o pagina, assicurati di aver effettuato l'accesso a WordPress, quindi fai clic sul pulsante + nella parte superiore dello schermo. Scegli Posta o Pagina dal menu a discesa in questo modo:

Puoi anche utilizzare il menu a destra e fare clic su post o pagine:

Aggiungi nuovo post o pagina: come iniziare un blog

La cosa grandiosa di Vai papà è che hai dei tutorial già installati quando accedi alla dashboard di WordPress.

Tutorial di GODaddy nella dashboard di wordpress: come avviare un blog

Quando fai clic su Tutorial vedrai quanto segue:

Se non sai niente, è meglio guardare quei video; ci vorrà del tempo, ma è tempo ben speso perché imparerai cosa fare e ti muoverai più velocemente in seguito.

Crea prima alcune pagine chiave. Prima di iniziare a scrivere i tuoi post, è una buona idea configurare le tue pagine di base. In questo modo, quando inizi a ricevere visitatori, avranno accesso a informazioni più generali su di te e sul tuo sito. Questo aiuta il tuo blog ad apparire più credibile e affidabile.

Le pagine che consiglio di creare per prime sono:

Home

Questo vale solo se hai scelto di mettere i tuoi post su una pagina diversa. Se hai scelto di avere i tuoi post sul blog sulla tua home page, potresti saltare questo! Alcuni blog elencano i loro post sulla loro home page (o pagina principale).

Altri blog, come il mio, hanno quella che chiamiamo una home page "statica". (Vai alla home page del mio sito web per vedere cosa intendo). Una home page statica di solito fornisce una panoramica del sito e include un collegamento al blog (dove sono elencati i post) e collegamenti ad altre parti del sito.

Esempio

Nota a margine: in alcuni casi, potresti volere un sito statico senza post di blog. In tal caso, crea pagine e il gioco è fatto. Ora che conosci la differenza, cosa vuoi sulla tua home page? Post del blog o una pagina statica?

Puoi personalizzare il modo in cui desideri la tua home page accedendo al menu nella dashboard di WordPress e facendo clic su Aspetto. Quindi seguire le istruzioni.

pagina del blog

Per verificare se hai già una pagina blog, vai su Pagine> Tutte le pagine. Se la tua home page è una pagina statica e hai bisogno di una pagina blog, vai su Pagine> Aggiungi nuovo. Titolo "Blog" o qualcosa di simile. Non digitare nulla nella finestra dei post.

Premi Pubblica. Inoltre, se scrivi un post sul blog, entra automaticamente nella pagina del tuo blog.

Esempio

esempio di blog - come avviare un blog

Pagina "Informazioni"

Il tuo Pagina "Informazioni" è una delle parti essenziali del tuo sito ed è spesso una delle pagine più visitate. Inizialmente non mi piaceva apparire sul mio blog, ma poi mi sono ritrovato quando sono andato online a guardare altri blogger sulla pagina. Poi mi rendo conto di quanto sia importante.

È anche uno dei primi posti in cui un visitatore va a decidere se il tuo blog merita o meno il loro tempo. Scriverne una buona è essenziale.

Assicurati che un visitatore lo sappia entro le prime righe della pagina Informazioni come il tuo sito li aiuterà. Vorranno capire perché dovrebbero restare in giro. Ma ovviamente vogliono anche sapere chi sei e come ci sei arrivato.

Quindi, una volta che hai detto loro Perché dovrebbero leggere, poi mostrarli che cosa leggere. Anticipa ciò che un nuovo visitatore vorrebbe sapere. Fornisci link ad altre pagine del tuo sito (una volta che li hai, ovviamente).

Contatto pagina

Fornire informazioni di contatto ai tuoi visitatori è essenziale. Il blog è una forma di social media e la costruzione di relazioni è fondamentale.

Pagina sulla privacy

In questi giorni, la privacy è importante per tutti noi. Avere una politica sulla privacy è importante.

Vai su Impostazioni> Privacy per ottenere maggiori informazioni e iniziare a creare la tua pagina sulla Privacy Policy. Puoi utilizzare la pagina in bozza già impostata per te come modello, oppure puoi utilizzare un generatore come questo or questo.

altre pagine

Di seguito sono riportate ulteriori pagine che potresti prendere in considerazione per la creazione, anche se potresti tenerle fino a quando non avanzi un po 'più avanti nel processo. Ma sei un'azienda e hai già un prodotto; potresti voler avere una pagina di servizio.

  • Strumenti che utilizzo / Risorse: Molti dei tuoi lettori apprezzeranno un elenco degli strumenti e delle risorse che utilizzi e consigli. Inoltre, questo è un file ottima fonte di reddito di affiliazione.
  • Pagina di iscrizione alla lista e-mail / Newsletter: Queste pagine vengono utilizzate quando qualcuno si iscrive alla tua mailing list.

6. SCRIVI IL TUO PRIMO POST

Ora che hai impostato le tue pagine principali, sei pronto per iniziare a pubblicare! Scrivere e pubblicare un post in WordPress è piuttosto semplice. Ecco i passaggi necessari e alcuni suggerimenti utili.

Idee per i tuoi primi post

Ti consiglio di avere 2 o 3 post completi e approfonditi quando lanci con oltre 1500 parole e altri 7-15 post in varie fasi: bozze da modificare, contorni da perfezionare e idee per gli argomenti pronte per la scrittura.

La cosa più importante è che quando esegui il lancio, puoi continuare a pubblicare per ottenere uno slancio entro un breve periodo di tempo, idealmente 20 post minimo il primo mese o un'attività simile.

Se hai problemi a trovare idee per il tuo primo post, digita il tuo argomento principale o la tua nicchia in Google, guarda cosa hanno scritto gli altri o fatti ricercare di più su Google, ovvero ciò che le persone vogliono sapere.

Altro su questo, leggi sotto per un tutorial completo.

Bene, ora che hai alcune idee per il tuo primo post, iniziamo a scrivere!

Apri la finestra Aggiungi nuovo post. Assicurati di aver effettuato l'accesso a WordPress (digita tuodominio.com/admin nel tuo browser per accedere).

Dalla tua Dashboard, vai su Post> Aggiungi nuovo nella colonna di sinistra. In alternativa, puoi passare il mouse sul link "+ Nuovo" nella parte superiore dello schermo e scegliere "Pubblica" dal menu a discesa che appare.

aggiungi un nuovo post su come avviare un blog

Aggiungi un titolo. Il mio consiglio qui è quello di assegnare al tuo post il titolo di ciò che la gente cercherà per trovarlo.

Ad esempio, ho intitolato questo post "Come iniziare un blog" perché ho pensato che questo sarebbe ciò che qualcuno avrebbe digitato in Google se volesse sapere cosa sto spiegando in questo post.

Controlla il tuo permalink. Prima di pubblicare il tuo post (non dopo, altrimenti, potresti interrompere il tuo link!), Controlla e modifica il permalink, se lo desideri.

Usa le parole chiave e rendilo il più vicino possibile al modo in cui qualcuno cercherebbe i tuoi contenuti su Google. Se vuoi cambiare la struttura del permalink di un post o di una pagina, fai semplicemente clic sul pulsante "Modifica" accanto al permalink generato automaticamente sul tuo post o pagina e modificalo come desideri.

Il permalink è l'URL completo che vedi e utilizzi per ogni post, pagina, o altri contenuti del tuo sito. È un collegamento permanente, da cui il nome permalink. Un permalink potrebbe includere il tuo nome di dominio (www.yoast.com) più quello che viene chiamato slug, la parte dell'URL che viene dopo il nome di dominio. Tla sua potrebbe consistere in una data o una categoria o qualsiasi cosa tu voglia. Un semplice permalink rende un URL facile da capire e condividere. (Rif. Yoast Seo)

Scrivi il tuo post. Puoi scrivere direttamente in WordPress, ma molte persone scelgono di scrivere in un editor di testo e quindi incollare il lavoro completato in WordPress quando ha finito. Un vantaggio significativo in questo non è rallentare il tuo sito mentre WordPress salva costantemente automaticamente mentre procedi.

Tuttavia, se ti piace vedere come appare mentre lo fai e personalizzarlo, è meglio modificarlo utilizzando l'editor di WordPress e tutti gli strumenti integrati che potresti aver installato.

Aggiungi un collegamento. Per creare un collegamento nel tuo post, evidenzia il testo che desideri collegare e fai clic sull'icona del collegamento (sembra un collegamento a catena) nella casella delle opzioni di formattazione. Apparirà un popup in cui puoi incollare l'URL della pagina a cui desideri collegarti.

Seleziona la categoria (o le categorie) e i tag. Sul lato destro dello schermo, avrai la possibilità di selezionare o aggiungere nuove categorie e tag per il tuo post.

Le categorie vengono utilizzate per definire gli argomenti generali sul tuo blog. Idealmente, il tuo blog avrà solo 5-7 categorie, quindi sceglile con attenzione. Categorie ben scelte e ben utilizzate possono rendere piacevole l'esperienza del lettore sul tuo blog. Forniscono anche una struttura di base o "schema" per i tuoi contenuti.

I tag sono più specifici, troppo specifici per essere categorie stesse. Usa tutto il necessario per mantenere organizzate le tue informazioni senza diventare disordinato.

Anteprima. Una volta terminata la scrittura, premi il pulsante Anteprima in alto a destra dello schermo per vedere come apparirà il tuo post.

Salva, pianifica o pubblica il tuo post. WordPress ha una funzione di salvataggio automatico, che salva automaticamente la tua scrittura ogni pochi minuti.

Conserva un post in modalità Bozza e tornaci più tardi se non è pronto per essere pubblicato. Visualizza tutte le tue bozze andando su Post> Tutti i post.

Se il tuo post è pronto per essere pubblicato, puoi pubblicarlo immediatamente o programmarlo per la pubblicazione in un giorno e ora futuri.

Per pubblicarlo immediatamente, assicurati che "Immediatamente" sia visualizzato accanto a Pubblica nella casella Stato e visibilità (in alto a destra). Quindi premi il pulsante Pubblica nella parte superiore dello schermo. Per programmarne la pubblicazione in un secondo momento, fai clic su "Immediatamente" accanto a Pubblica e scegli il giorno e l'ora in cui desideri che venga pubblicato.

Non dimenticare di impostare prima il fuso orario (Impostazioni> Generali)! Inoltre, l'impostazione della data e dell'ora non è sufficiente. È inoltre necessario fare clic sul pulsante "Programma" nella parte superiore della pagina.

Pubblica visibilità. Hai anche altre opzioni nella casella Stato e visibilità. Puoi rendere il tuo post pubblico, privato o protetto da password.

L'opzione "Pubblico" è normale e la rende disponibile a tutti. Privato lo mantiene, beh, privato, consentendo l'accesso solo agli amministratori e ai redattori del sito. Protetto da password significa che chiunque voglia vedere il post deve digitare la password che hai impostato prima di vederlo.

7. PERSONALIZZA IL TUO DESIGN BLOG

Ora che hai dei contenuti, potresti voler cambiare il design del tuo blog. Ci è voluto così tanto tempo per arrivare al design perché è più facile vedere come apparirà un design una volta compilato un po '. Molti ti dicono di lavorare sul design non appena entri in WordPress, ma io non sono dello stesso consiglio.

È anche meglio pubblicare più di un post per vedere i diversi effetti e come appare un tema specifico. Ho cambiato tante volte il tema e l'aspetto del mio sito web. È difficile vedere come apparirà qualcosa se non ci sono contenuti. Un po 'di esperienza può aiutarti a trovare finalmente quello che vuoi veramente.

In WordPress, questo viene fatto installando un nuovo tema WordPress. Ci sono un sacco! Tuttavia, è facile esagerare.

Il tuo sito dovrebbe essere veloce e dovrebbe funzionare bene su tutti i dispositivi, dai telefoni ai tablet ai desktop. I temi premium sono mantenuti meglio, spesso hanno documentazione o tutorial utili e di solito offrono supporto.

Trova il tema che desideri sul suo sito e acquistalo. Ti verranno fornite le istruzioni per scaricarlo sul tuo computer dopo l'acquisto. Puoi anche trovare nuovi temi dalla dashboard di WordPress andando su Aspetto> Temi.

TEMA DI WP - COME AVVIARE UN BLOG

Cerca se conosci il nome del tema desiderato o fai clic sul pulsante "Aggiungi nuovo" nella parte superiore della pagina per sfogliarlo.

Dopo diversi tipi di ricerca, lo concludo GeneratePress Theme e con Tema DIVI (di Temi eleganti) sono i migliori da usare. Io uso entrambi.

Divi ti offre anche integrazioni di social media e moduli di iscrizione inclusi nel pacchetto. Ottimo per motivi economici. GeneratePress si carica velocemente e DIVI ha così tanti layout, elementi, assistenza clienti, supporto, documentazione che un nuovo blogger può apprezzare. Non solo nuovi blogger.

Installa il tuo nuovo tema WordPress. Se hai trovato un tema tramite la tua dashboard di WordPress, fai semplicemente clic sul pulsante Installa.

Se hai acquistato un tema premium altrove, verrebbe confezionato in un file zip. (Il file zippato è ciò di cui avrai bisogno per il passaggio successivo, quindi se il tuo computer decomprime automaticamente i file zippati, individua la versione zippata sul tuo computer prima di procedere.)

Nella dashboard di WordPress, vai su Aspetto> Temi> Aggiungi nuovo> Carica tema. Trova il file zippato e caricalo.

Per attivare un nuovo tema, vai su Aspetto> Temi. Passa il mouse sul tema desiderato e fai clic su Attiva.

Personalizza il tuo tema. Una volta attivato il tema, vai su Aspetto> Personalizza. Se il Customizer non funziona con il tema scelto, non lo userò perché probabilmente non viene aggiornato. Il programma di personalizzazione ti consentirà di modificare cose come colore, caratteri e altre cose. Le opzioni variano a seconda del tema.

Imposta widget e menu. I widget di WordPress ti consentono di inserire rapidamente blocchi di informazioni nella barra laterale, nel piè di pagina o in altri punti del tuo sito. Le tue opzioni per i widget dipenderanno dal tema che utilizzi. Vai su Aspetto> Widget. Trascina i widget dal lato sinistro della pagina alle barre laterali e al piè di pagina sul lato destro. Usa le minuscole frecce verso il basso per modificare il contenuto all'interno. Salva sempre!

I menu vengono utilizzati per inserire le barre di navigazione nel tuo sito. Possono anche essere trovati andando su Aspetto> Menu.

Ancora una volta, le opzioni di menu dipenderanno dal tema. Se si utilizza un tema premium, consultare la documentazione della guida per istruzioni su come impostare i menu.

8. PLUGIN

Ci sono alcuni plugin che aggiungo sempre a qualsiasi sito, che sono indispensabili. Sebbene sia necessario sapere come avviare un blog in sé, è anche necessario aggiungere alcune funzionalità a WordPress per farlo funzionare meglio. Ricorda che non puoi semplicemente aggiungere plugin a piacimento; potrebbero rallentare il tuo sito, quindi installa quello che ti serve mentre vai e leggi il resto.

Ecco alcuni plugin che potresti voler ottenere:

a) Yoast SEO/RankMath

La prima vera soluzione SEO all-in-one per WordPress, che include analisi del contenuto sulla pagina, sitemap XML e molto altro. È un dovere. Devi avere una guida SEO per ottenere i tuoi articoli classificati su Google.

Ho iniziato con Yoast e poi sono passato a RankMath per motivi di velocità. Per me è più facile da usare. Sono entrambi GRATUITI. Potrebbero avere alcuni servizi premium se arrivi al punto in cui ne hai bisogno.

b) WPForms

Ogni sito web necessita di moduli di contatto per interagire con i visitatori. Qual è il modulo di contatto? È un campo modulo in cui è possibile aggiungere informazioni e porre una domanda e può essere utilizzato per raccogliere abbonamenti, pagamenti, ricevere domande e così via.

c) MonsterInsights

Scarico sempre MonsterInsights per controllare il traffico giornaliero e le prestazioni complessive del sito e puoi avere le statistiche su chi ha visitato il tuo sito web direttamente da WordPress. È gratuito per le funzioni di base di cui hai bisogno.

COME AVVIARE UN BLOG.

d) Akismet Anti-Spam

Utilizzato da milioni di persone, Akismet è probabilmente il modo migliore al mondo proteggi il tuo blog dallo spam. Il tuo sito è completamente configurato e protetto, anche mentre dormi. Non è gratuito.

e) Intestazioni e piè di inserimento

Ti consente di inserire codice o testo nell'intestazione o nel piè di pagina del tuo blog WordPress. Ne avrai bisogno se stai inserendo annunci sul tuo sito e altre istanze per inserire un codice nel tuo sito. È gratis.

f) Kadence Blocks - Gutenberg Page Builder Toolkit

Blocchi avanzati di creazione di pagine per Gutenberg. Crea layout di colonne personalizzati, sfondi, pulsanti doppi, icone, ecc. Dopo aver imparato come avviare un blog, potresti voler imparare a costruire bellissime pagine con blocchi personalizzabili. Gratuito per la maggior parte delle funzioni di base.

g) LiteSpeed ​​Cache o colibrì

Caching delle pagine ad alte prestazioni e ottimizzazione del sito da LiteSpeed. Ci sono tonnellate di questi tipi di plugin per rendere il tuo sito più veloce. Ad un certo punto, devi affrontare il problema della velocità del sito. Gratuito per le funzioni di base.

h) Sommario More

Un plug-in potente ma facile da usare che crea automaticamente un sommario. Può anche generare una Sitemap che elenca tutte le pagine e le categorie.

i) Pixel corto

Devi ottimizzare la tua immagine per evitare di rallentare il tuo sito. Per favore non fare come me e aspetta di avere migliaia di foto sul sito, al punto che è diventato più lento di una tartaruga. Ho dovuto ottimizzare oltre 10000 immagini con ShortPixel. Ci è voluto circa un giorno. Meglio averlo dall'inizio. Questo è uno dei plugin che installo all'inizio, insieme agli altri sopra.

9. OTTIENI IL TRAFFICO E MONETIZZA

Esistono modi per indirizzare il traffico se non vuoi aspettare che Google classifichi i tuoi contenuti. Ora devi accelerare il processo per aumentare l'autorità del dominio del tuo sito, i backlink e lavorare sulla SEO.

Ora, se sei totalmente nuovo, questo è il greco per te. Proviamo a chiarire alcuni punti:

Autorità di dominio: Dal punto di vista di Google, l'autorità di dominio è come la reputazione del tuo sito web come leader di pensiero. Il motore di ricerca utilizza la tua autorità di dominio per assicurarti di poter fornire contenuti della massima qualità sull'argomento specifico. Se lo fai, avrai un'adeguata autorità di dominio e Google aumenterà il posizionamento dei tuoi contenuti. Se non lo fai, avrai una pessima autorità di dominio e non classificheranno i tuoi contenuti.

e chiariamo anche

backlink è un collegamento ipertestuale su un sito Web che rimanda al tuo sito Web. È una forma di citazione in cui qualcuno che parla di un argomento correlato a te, al tuo servizio o al tuo prodotto desidera fare riferimento al tuo sito web. I backlink sono una delle tante metriche utilizzate da Google per misurare il valore di una pagina. I backlink sono a volte indicati come link in entrata, link in entrata, in link o link in entrata.

Riassumiamo le cose fin qui:

  • Hai deciso la tua nicchia.
  • Hai scelto un nome di dominio e una piattaforma di hosting.
  • Hai le pagine principali elaborate e on line.
  • Hai qualche post.
  • Hai personalizzato il tuo sito.
  • Hai installato i plugin necessari.
  • Ora devi ottenere traffico e monetizzare.

Qui è dove tutto diventa eccitante. Cosa possiamo fare per ottenere traffico? Ci sono molte basi da esaminare solo per questo punto che un nuovo blogger dovrebbe conoscere.

Andiamo nella seconda parte per una guida approfondita.


PARTE SECONDA: SCRITTURA SEO - COME SCRIVERE PER OTTENERE TRAFFICO E METODI DEL TRAFFICO

Il metodo di traffico più ovvio e comune sta utilizzando Google. Significa che si sta scrivendo un post che può essere cercato su Google dagli utenti; vengono al tuo post sul blog per trovare la risposta. Monetizzi tramite annunci, marketing di affiliazione, vendita dei tuoi prodotti e dropshipping, tra i migliori metodi di monetizzazione.

Se hai un nuovo sito web, è probabile che i tuoi articoli non vengano pubblicati sulla prima pagina di Google. Possono volerci mesi e anni per arrivare lassù. Google assegna i primi spot ai siti con DA (Domain Authority) elevata. Quando avvii un sito, il tuo DA è un grande 0!

Inoltre, Google assegna posizioni più elevate nei motori di ricerca ai siti con DA elevato e backlink di alta qualità. Questo è il motivo per cui vedi molti blogger che si rivolgono ad altri proprietari di siti web chiedendo un link al loro sito. Ci vuole tempo, molte mancate risposte e molto tempo per scrivere i cosiddetti guest post per i siti web di altre persone in modo che tu possa ricollegarlo al tuo sito.

Significa che tutto è perduto? Ci vorranno anni per trovare il mio sito?

NO e NO.

Fortunatamente, Google si sta evolvendo e ripulendo lo spazio dallo spam e dalle persone che cercano di creare collegamenti con metodi loschi. Ci sono anche tonnellate di persone che scrivono eccellenti post originali sui siti di altre persone per un link di ritorno.

In tempi moderni, Google dà più spazio al contenuto originale e agli articoli di approfondimento, con l'estensione RICERCA INTENTO dell'utente in mente. Significa che puoi essere in cima a tutti senza backlink? Non necessariamente, se hai altre persone che affrontano l'argomento della vendita o tonnellate di concorrenza.

OK, ora che sono riuscito a confondere tutti, ecco i metodi di traffico

SCRITTURA SEO - GOOGLE

Con un nuovo sito, devi cercare parole chiave a bassa concorrenza o parole chiave a coda lunga. Alcune persone decidono di avviare siti Web perché la nicchia ha una concorrenza inferiore rispetto ad altre nicchie.

Ad esempio, Salute e benessere è una nicchia con tonnellate di concorrenza; una nicchia come le pentole può essere meno competitiva.

Devi fare quella che viene chiamata ricerca per parole chiave o analisi di ricerca. Devi trovare quali sono le domande e su quali argomenti le persone hanno domande.

C'è molto da sapere sull'argomento e migliorerai sempre di più nel farlo. Ecco alcuni articoli che puoi leggere che possono darti un'idea di come muoverti. Queste tecniche sono ottime per classificare più velocemente un nuovo sito web:

Aggiungerò a questa lista non appena ci arrivo. Non appena avrò pubblicato i tutorial, li aggiungerò all'elenco.

Se vuoi ottenere risultati in Google con un nuovo sito web, puoi provare il Metodo della minestra di alfabeto della scuola di reddito per trovare argomenti e query di ricerca che puoi utilizzare per i tuoi articoli.

Quando applichi questo metodo per trovare parole chiave da seguire, ricorda sempre di guardare la concorrenza. Se troppe persone ne hanno scritto, è meglio saltarlo e tornare più tardi. Inizia prima con articoli con parole chiave che puoi classificare (bassa concorrenza).

Ecco un esempio del metodo della minestra dell'alfabeto. Diciamo che la mia nicchia sono i gatti. Vado su Google e inizio a cercare ciò che le persone chiedono. Potrei iniziare digitando "I gatti a ...?" e guarda cosa mi dice il completamento automatico di Google:

Le persone cercano su Google se "I gatti ei cani sognano", se "I gatti hanno effettivamente nove vite" e così via. Sono ottimi materiali per articoli. Puoi continuare la ricerca con "Do Cats b ...", quindi "c".

Dopo aver completato questo passaggio, è possibile continuare con "I gatti sono ..." o "Quali gatti sono ..." e così via; hai capito bene?

Questa è la minestra dell'alfabeto. Negli articoli che ti ho suggerito di leggere, puoi trovare dati su come guardare la concorrenza e giudicare la concorrenza per parole chiave.

In sintesi:

  • INIZIA CON LE PAROLE CHIAVE BASSE DELLA COMPETIZIONE
  • SCRIVI IL MAGGIOR NUMERO DI ARTICOLI POSSIBILE APPENA PASSI IN DIRETTA CON IL TUO SITO WEB; PUOI RALLENTARE DOPO
  • PUOI MIRARE A PAROLE CHIAVE PIÙ COMPETITIVE DOPO CHE IL TUO SITO HA OTTENUTO UN PO 'DI TRAFFICO E TRAZIONE DAI 3 PUNTI PRECEDENTI

Normalmente, Google inizierà a inviarti traffico decente in media dopo 6 mesi o talvolta più a lungo. A seconda della tua nicchia, delle parole chiave, della qualità dei tuoi articoli, della velocità del sito e di altri fattori. Può andare più veloce se sei bravo con le parole chiave e ti trovi in ​​una nicchia non così competitiva.

I backlink possono renderlo più veloce, ma sempre più blogger stanno optando per questo modello, preferendo attrarre i link in modo naturale, il che significa senza sforzarsi per questo.

PINTEREST

Vorrei saperlo prima. È un metodo di traffico sottovalutato. Alcuni blogger stanno ignorando Google e stanno ricevendo un numero elevato di traffico da Pinterest. Alcuni sono noti per ottenere oltre 100 visitatori al mese sui loro siti utilizzando Pinterest. È un lavoro. Ma alcuni blogger arrivano a numeri decenti entro 3 mesi, per poi diventare numeri troppo pazzi nell'intervallo di 6 mesi.

Pazzo? Sì. Ma è fantastico per noi e spero che Pinterest non cambi nulla. È un modo per muoversi più velocemente. È anche un modo per avere un'altra fonte di traffico, non per fare affidamento solo su Google.

Potresti scegliere come target altri social media, ma nessun'altra piattaforma ti invierà questo traffico folle. Ho fatto alcune indagini su questo, e qui ci sono le mie scoperte, leggi: COME USARE PINTEREST PER AZIONARE IL TRAFFICO DEL BLOG (DAVVERO)

BackLinks

Devi indirizzare i siti ad alto DA relativi alla tua nicchia, scoprire se ti permettono di scrivere sul loro sito, con la possibilità di inserire un link al tuo sito. Si chiama Guest Posting. È possibile cercare nel Web luoghi in cui è possibile trovare tali siti.

Write into google: "i siti dovevano scrivere Guest Post", "Write for Us sites" e qualsiasi altra variante. I backlink aiutano ad aumentare il tuo DA e quindi il traffico che stai ricevendo da Google, poiché anche il tuo DA aumenterà e ti posizionerai più in alto.

Devi collegarti a siti con DA alto, andare per siti con 40+ o simili. Se ti trovi in ​​una nicchia molto competitiva, questa potrebbe essere una necessità. Ricorda che Google non consente la creazione di link innaturali. Se scoprono che i siti stanno scambiando collegamenti, Google potrebbe penalizzare il sito e potrebbe non essere più classificato.

Oltre a Guest Posting, puoi anche commentare i blog di altre persone, dove usano il plugin CommentLuv per raccogliere commenti. Nella maggior parte dei casi, ricevi un backlink. Puoi provare anche con i forum.

Un'altra tecnica famosa è il Tecnica Skyscraper.

La creazione di link richiede molto tempo; devi scrivere per il tuo sito, scrivere un guest posting per altri siti e raggiungere altre persone. Se non hai un budget per assumere scrittori, ci vorrà un'eternità. In alternativa, utilizzando i primi 2 metodi descritti sopra, puoi saltare l'intera pratica di link building e scegliere parole chiave basse e competitive per costruire il tuo sito. Combinalo con Pinterest e il gioco è fatto.


PARTE TERZA: MONETIZZAZIONE

Infine, stiamo ricevendo traffico. Quindi puoi iniziare a monetizzare. Il metodo di monetizzazione più immediato e passivo sono gli annunci. Puoi iscriverti a reti di affiliazione e ottenere commissioni tramite le vendite effettuate attraverso il tuo sito, vendendo i tuoi prodotti o corsi.

Elencherò qui le reti di affiliazione più grandi e comuni a cui puoi unirti. Controlla se sono adatti al tuo sito e applica:

  • Shareasale
  • Clickbank
  • JVzoo
  • Warrior Plus
  • MaxBounty
  • Giunzione di connessione (CJ)
  • Rakuten
  • Amazon Associate

Per quanto riguarda le reti pubblicitarie, potresti avere già familiarità con Google Adsense. Esistono reti premium che pagano di più, ma è necessario disporre di una certa quantità di traffico. Ad esempio, Ezoic richiede 10.000 visualizzazioni di pagina mensili; altri come AdThrive o Mediavine richiedono 50.000 o 100.000 visualizzazioni di pagina.

Puoi creare corsi e venderli, ce ne sono alcuni piattaforme gratuite che puoi utilizzare per creare i tuoi corsi e puoi creare ebook o prodotti digitali che possono essere venduti tramite il tuo sito. Ci sono più modi per monetizzare, ma quelli sono già tanti ed è un buon inizio.

Ecco'.


CONCLUSIONE

C'è molto da imparare e da fare quando apri un blog per la prima volta. Se sei arrivato fino a questo punto, ben fatto! Sei serio al riguardo. Non puoi applicare tutto questo in un giorno; potresti dover tornare qui ancora e ancora.

Se hai altre domande fammelo sapere, risponderò. Postalo nei commenti qui sotto.

Invia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

distintivo CommentLuv

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

EnglishItaliano

Pin It on Pinterest

Condividi questo